Consigli di viaggioLe mie tecniche per viaggiare low-cost: viaggiare molto spendendo (molto) poco

Non potrei viaggiare così tanto se viaggiare fosse così caro. Fortunatamente non è necessario spendere molto per partire ed esplorare nuove destinazioni. Lo stile del viaggio e la nostra capacità di adattarci e sperimentare nuove cose determineranno i costi in maniera significativa. Viaggiare low-cost è possibile e in questa guida ti parlerò delle mie tecniche.

Se cerchi degli esempi pratici su come organizzo i miei viaggi e quanto spendo, troverai molte informazioni utili nella sezione Itinerari e tra le Guide di viaggio.

Tecniche per viaggiare low-cost

Queste sono le tecniche per viaggiare low-cost che io uso personalmente e che, nel tempo, mi hanno permesso di viaggiare di più spendendo molto meno.

Risparmiare sul volo (non è tutto)

Il volo rappresenta una parte importante del viaggio e può incidere in maniera significativa sul budget. Fortunatamente, con le compagnie aeree low-cost, oggi è possibile volare in tutta Europa e dintorni a costi molto contenuti. Con Ryanair voli a partire da 9 euro.

In questa guida ho già spiegato come trovare voli  economici online. In poche parole, bisogna avere flessibilità tanto nella scelta della destinazione, quanto nella scelta delle date in cui viaggiare. È una buona idea cercare i prezzi di più destinazioni che ci piacciono e decidere in base al prezzo dove andare. Allo stesso modo, controlliamo i costi del biglietto in periodi diversi e scegliamo di viaggiare quando costa meno. Avere una destinazione e un periodo già stabilito e non modificabile, naturalmente, rende più difficile risparmiare sui voli.

Le destinazioni non sono tutte uguali

Naturalmente, le destinazioni non sono tutte uguali: ci sono posti più cari da visitare e posti più economici. I posti più economici, però, non sono necessariamente meno interessanti, anzi. Se il nostro budget ci impedisce di visitare Parigi, optiamo per una città più accessibile. Ad esempio, Cracovia, in Polonia, è una destinazione spettacolare per un fine settimana alla scoperta della cultura polacca. Le destinazioni più economiche, soprattutto nell’Europa centrale e nell’Europa orientale, sono comode da raggiungere, ricche di arte, storia e cultura, e adatte a qualunque tipo di tasca e di viaggiatore. In destinazioni come queste potremo risparmiare molto sul budget per albergo e ristorante.

Non esiste posto in cui non possiamo risparmiare

Detto questo, non è vero che non si possa visitare Parigi o le grandi capitali del nord spendendo poco. Ovunque possiamo risparmiare: tutto dipende dal nostro stile di viaggio. Nelle città molto care dovremo stare attenti all’alloggio che prenotiamo, ai prezzi che paghiamo quando mangiamo fuori e alle tariffe dei taxi o del trasporto. Facendo scelte attente e optando per servizi più economici (come il trasporto pubblico) è facile viaggiare spendendo poco anche in città care.

Viaggia solo con un bagaglio e non prendere il taxi

Per risparmiare in aeroporto, viaggia con un solo bagaglio – che potrai portare gratuitamente in cabina o ad un piccolissimo sovrapprezzo – e non prendere il taxi quando arrivi in aeroporto. Sempre, dove possibile, prendi i mezzi pubblici (puoi risparmiare decine di euro) per raggiungere l’albergo. È anche un modo di interagire, fin da subito, con la nuova città e i suoi abitanti. Naturalmente, se viaggi leggero, con un solo bagaglio, sarai anche più libero negli spostamenti.

Anche quando ti muovi all’interno della città o verso il sito che vuoi visitare, controlla sempre se ci si può arrivare in autobus, metro o treno. Con gli abbonamenti giornalieri, un’intera giornata di trasporti pubblici ti costa quanto una corsa in taxi.

Dormi in ostello o negli hotel low cost

Quando viaggio, quel che mi interessa è esplorare un luogo e conoscere una nuova cultura. Preferisco avere la possibilità di viaggiare di più che dormire in una camera ben arredata. Per questo, ho sempre scelto di dormire in ostello – avendo, cioè, un letto in una camera condivisa con altri viaggiatori. Un letto in ostello, anche in Europa, non costa più di 20 euro a notte (con una media tra i 10 e i 15). Se vuoi un po’ più di privacy, soprattutto se viaggi in coppia o in piccoli gruppi, una camera privata di un hotel low cost – non bellissima ma con tutti i necessari comfort – non ti costerà più di 50 euro a notte (da dividere in due).

Un’alternativa economica è Airbnb, dove i padroni di casa affittano una camera vuota all’interno della propria abitazione a prezzi più accessibili.

Evita i ristoranti turistici

Solitamente i ristoranti turistici sono molto più cari e il cibo è meno buono. Per consumare un piatto buono della cucina tipica e a prezzi contenuti è consigliabile cercare uno di quei piccoli locali frequentati da gente del posto. In ogni caso, non bisogna per forza mangiare al ristorante sempre. Per dei pasti più economici e veloci possiamo optare per il supermercato (dove comprare frutta, insalate o panini – in genere gli ostelli hanno una cucina in cui possiamo preparare o riscaldare il nostro pasto), o per lo street food (il cibo di strada) nei chioschi e bar in giro per la città.

Compra una guida turistica e partecipa agli eventi gratuiti

Compra una guida turistica (quelle della Lonely Planet sono le mie preferite!) e informati sulle attività che si possono fare in città. Opta per quelle gratuite o che costano poco. In molti paesi, i musei aprono gratuitamente al pubblico un pomeriggio ogni settimana. Evita i tour organizzati, che costano molto, se puoi fare la stessa attività in modo autonomo. Approfitta dei tour gratuiti a piedi – chiedi al tuo albergo.

Leggi le esperienze degli altri viaggiatori

Prima di partire, leggi le esperienze di altri viaggiatori per scoprire le cose da fare e da vedere nel luogo di destinazione, e per farti un’idea dei costi del viaggio. È sempre meglio partire informati e non avere brutte sorprese.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *