curiositàI cognomi russi più diffusi e il loro significato

Scopri il significato di alcuni tra i cognomi russi più diffusi. Da dove hanno origine e quali segreti nascondono? Per sapere di più su lingua e cultura russa.
https://www.settecontinenti.com/wp-content/uploads/2021/02/michael-parulava-L4jrg4c7928-unsplash-1280x853.jpg

I cognomi russi possono nascondere molti segreti. I cognomi possono rivelare da dove venivano i tuoi antenati o cosa facevano per vivere. Inoltre, la versatilità della lingua russa permette di giocare con le parole fino a ottenere risultati molti creativi. Ogni parola può dare origine a molte altre, con varie sfumature di significati. Questo si riflette anche nella varietà di cognomi russi che esistono oggi e il cui significato potrebbe essere sconosciuto anche ai loro stessi possessori. Vediamo allora il significato dei cognomi russi più diffusi e più curiosi.

 

Il significato dei cognomi russi più diffusi

Ivanov

Per secoli, Ivanov è stato il cognome più diffuso in Russia, specialmente tra i contadini. Deriva dal patronimico Ivanov, che vuol dire “appartenere a Ivan”. Infatti, era molto frequente nelle famiglie di contadini usare solo il nome del padre come cognome. Poiché Ivan era un nome maschile molto popolare, Ivanov divenne un cognome altrettanto diffuso. Oggi, si stima che circa centomila Ivanov vivano nella sola città di Mosca. In Russia si usa spesso l’espressione “Ivanov, Petrov e Sidrov” per riferirsi alle persone russe in generale – una sorta di “Tizio e Caio” italiano.

Dello stesso stile sono molti dei cognomi russi più diffusi. Ad esempio, Petrov (“figlio di Pietro”), Sidorov (“figlio di Sidor”), Mikhailov (“figlio di Michele”), Yegorov (“figlio di Igor”), Pavlov (“figlio di Paolo”), etc.

 

Smirnov

Smirnov è un cognome diffuso nelle regioni centrale e settentrionale della Russia. Il significato si riferisce al carattere di chi è “calmo, obbediente e silenzioso”. Si pensa che sia apparso per la prima volta nelle famiglie di contadini con molti figli, le quali pensavano che avere un figlio calmo e obbediente fosse una benedizione. Ha origine da un nome maschile arcaico, Смирной (“Smirnoy”), che non viene più utilizzato. Il sostantivo che traduce l’italiano calmo è ora смирный (smirny), ma ha ora una pronuncia diversa.

Si conta che al giorno d’oggi 2.5 milioni di persone abbiano questo cognome, il che lo rende il 9° cognome più diffuso al mondo.

 

Turgenev

I Turgenev erano una famiglia nobile in Russia, e tra loro c’era il famoso scrittore Ivan Turgenev. Si pensa che le loro radici risalissero a un uomo originario della Mongolia che era in Russia durante il dominio mongolo. Tradotto dalla lingua della Mongolia, la radice della parola, turgen, significa “veloce, rapido o eccentrico”.

 

Lebedev

Il cognome Lebedev è preso dal mondo animale, in questo caso – il “cigno”. È un nome dal suono elegante e bello e non sorprende che sia diventato sempre più popolare nel tempo. Lebedinsky, Lebezheninov e Lebedintsev sono solo alcuni derivati ​​di questo cognome. Ad un certo punto, questo cognome è diventato più diffuso anche tra i membri del clero russo.

 

Kuznetsov

Questo cognome è derivato, invece, da una professione. Simile a Smith in inglese o al cognome italiano Ferraro, Kuznetsov significa letteralmente “di un fabbro”. Dal momento che anche il più piccolo villaggio o città aveva qualcuno che svolgesse il mestiere di fabbro, questo cognome si diffuse presto in tutta la Russia. Poiché la parola non varia troppo tra i dialetti, Kuznetsov è diventato uno dei cognomi più popolari in Russia. Solo in Ucraina e Bielorussia il cognome è stato adattato alla lingua locale.

 

Preobrazhensky

Come Lebedev, Preobrazenskij è un altro cognome popolare tra i membri del clero russo. Deriva dalla festa cristiana della Trasfigurazione. A causa del suo significato religioso, molti membri del clero avrebbero rinunciato al proprio nome laico e adottato un nuovo nome quando fossero entrati in servizio.

 

Yahontov

Yahont era un vecchio nome dato a due pietre preziose, il rubino e lo zaffiro. Ci sono molti esempi di nomi derivati ​​da pietre preziose o metalli, ma questo, a differenza di altri, il cognome Yahontov ha conservato la forma arcaica del termine.

 

Oblonsky

Questo cognome si basa su un luogo geografico nella regione di Poltava, in Ucraina, Obolon. Sebbene questa parola non sia più usata in russo, significava “campo bagnato”. Al giorno d’oggi, il cognome Oblonsky è più diffuso anche in Russia, ma i primi portatori di questo cognome possono essere ricondotti a questa specifica area geografica dell’Ucraina.

 

Chernyshevsky

La prima persona ad avere questo cognome è stato il padre di un filosofo e rivoluzionario russo, Nikolay Chernyshevsky . Mentre faceva domanda per studiare in seminario, al padre di Nikolay fu chiesto il proprio cognome, ma all’epoca non ne aveva uno. Quindi ne inventò uno che richiamava il villaggio in cui era nato: Chernyshevo.

 

Goncharov

Un gonchar in Russia era un vasaio che produceva tutti gli oggetti di argilla e creta per il proprio villaggio. Goncharov divenne quindi il nome per i “figli del vasaio” e alla fine si diffuse in tutto il paese. La parola raggiunse infine anche i ranghi sociali più alti e divenne il cognome del famoso romanziere russo Ivan Goncharov .

 

Altri cognomi russi curiosi e il loro significato

Tra i cognomi russi più diffusi, ve ne sono anche alcuni dal significato particolare o curioso. Ad esempio, Sokolov deriva da сокол (sokol, falco). Orlov, da орел (orel, aquila). Novokov, dall’antico Новик (novyk, nuovo arrivato). Volkov, da волк (volk, lupo). Vinogradov, da виноград (vinograd, uva). Belyaev e Belov, dall’antico Беляй (Beliaj, bianca). Morozov, da мороз (moroz, gelo).

 

Origine e diffusione dei cognomi russi

Ecco alcune curiosità su come si sono formati e poi diffusi alcuni tra i cognomi russi più diffusi.

I cognomi russi sono apparsi in periodi diversi nelle diverse classi della società russa. Ad esempio, i cittadini della Repubblica di Novgorod avevano già cognomi nel XIII secolo. Molti contadini, specialmente quelli che vivevano nelle aree più periferiche della Russia, ricevettero documenti ufficiali con i cognomi solo negli anni Trenta del Novecento.

I primi cognomi russi erano nomi di antica tradizione slava che descrivevano il carattere della persona o un tratto particolare e, meno spesso, la professione. Questi apparvero molto prima che i primi cognomi ufficiali fossero registrati e continuarono ad essere usati insieme ai nomi cristiani per molti secoli.

Mentre alcuni di loro erano soprannomi dati alla persona durante la sua vita, altri erano nomi che ai neonati venivano dati come augurio per il tipo di carattere o vita che avrebbero avuto, o per descrivere il contesto in cui fosse nato il bambino, ad esempio durante un periodo di forte freddo.

Ad esempio, il nome Nekras era spesso dato nella speranza che il bambino fosse bello. In realtà, Некрас (Nekras) significava l’opposto di “bello”, ma il suo scopo era di allontanare gli spiriti maligni e garantire che l’augurio dei genitori per il loro bambino si realizzasse. Col tempo, questi nomi alla fine si sono trasformati in cognomi come, in questo esempio, Nekrasov.

 

Fonte delle informazioni: TheCultureTrip e ThoughtCo.