America del NordIdee di viaggioParchi nazionali negli Stati Uniti. Fare escursione sui sentieri più belli

Le vacanze a New York non sono l’unica opzione possibile per un viaggio negli Stati Uniti. Questo paese è immenso e ha una ricchezza naturalistica e una varietà di paesaggi incredibile. Cinquantanove parchi nazionali negli Stati Uniti sono protetti dal National Park Service, ma quasi quattrocento sono le aree protette. Si tratta di un mondo incredibile, di natura incontaminata, fauna selvaggia, vette altissime e canyon profondi, ghiacciai perenni e deserti aridi.

In questa guida, scopriamo insieme alcuni dei più bei sentieri per fare escursione in diversi parchi nazionali negli Stati Uniti.

 

The Wave, Coyote Buttes

    1. Coyote Buttes e The Wave, Utah

      The Wave è una formazione rocciosa arenaria che risale al periodo giurassico e si trova nel deserto delle Coyote Buttes, sul confine tra l’Arizona e lo Utah. Sono disponibili solo venti permessi per le Coyote Buttes al giorno. Il costo è di $7 e può essere richiesto sul sito del Bureau of Land Management – con un costo addizionale di $5 per registrarsi alla lotteria, tre mesi prima della data programmata per l’escursione. Nel 2017, più di centosessantamila persone hanno fatto richiesta per i 7300 permessi disponibili (4.5% di probabilità di ottenerne uno).

      Non ci sono sentieri segnati e non c’è segnale GPS. Ai visitatori è fornita una guida dettagliata dell’area, per esplorare la zona alla ricerca dell’attrazione principale, the Wave. Si può campeggiare nell’area, o dormire nella città di Kanab (Utah), a circa un’ora di auto dalle Coyote Buttes. Si può anche organizzare una gita in giornata come parte del viaggio a Las Vegas. La durata della camminata nelle Coyotes Buttes è in media 4 o 5 ore.

      Denali National Park and Preserve
    2. Denali National Park, Alaska

      La Denali park road, che attraversa il parco nazionale di Denali per 150 chilometri, in Alaska, offre una vista stupenda sulla taiga, la tundra alpina, e naturalmente la vetta innevata del Monte Denali, il monte più alto del Nordamerica (6190 metri). La maggior parte dei turisti visitano il parco Denali tra maggio e settembre, quando è possibile fare escursioni, osservare la fauna selvatica o partecipare a uno dei tour guidati per scoprire la storia, la geologia e la natura del parco.

      L’accesso è proibito alle auto private durante tutto l’anno, a eccezione di pochi giorni in settembre. Si può percorrere la Denali park road a bordo degli autobus che collegano i vari siti di interesse, punti panoramici e campeggi. Il pass d’ingresso per il parco (a piedi) costa $10 ed è valido per sette giorni consecutivi. C’è una tassa aggiuntiva per campeggiare. L’ingresso al parco e il campeggio sono gratuiti durante i mesi invernali – da fine settembre a inizio maggio.

      Si può arrivare al Parco nazionale di Denali in auto, in treno o in autobus da Anchorage (Alaska) e Fairbanks (Alaska), ma bisogna tenere in considerazione che per un’esperienza sufficiente di escursione, bisogna passare almeno una notte – meglio se due o tre – nel parco. Sul sito del National Park Service trovi tutte le informazioni per pianificare la visita.

      Yosemite National Park
    3. Parco nazionale di Yosemite, California

      Probabilmente uno dei più iconici parchi nazionali degli Stati Uniti, lo Yosemite National Park è patrimonio UNESCO ed è conosciuto per le sue pareti di granito, le cascate e i torrenti di acqua cristallina, le sequoie giganti che vivono nelle sue foreste e la grande biodiversità. Il parco è molto grande, ma i luoghi consigliati per le escursioni sono le cascate Nevada e Vernal, e il lago May. Per spostarsi all’interno del parco è possibile usare la propria auto o il servizio di shuttle, per poi procedere a piedi lungo i sentieri inaccessibili ai veicoli.

      Il biglietto d’ingresso al Parco di Yosemite costa $20 ed è valido per sette giorni. È gratuito per chi ha meno di quindici anni. Una tassa aggiuntiva per entrare nel parco con la propria auto. Per avere informazioni precise su come arrivare al parco nazionale di Yosemite col trasporto pubblico e su come organizzare la visita del parco, consultare il sito web del National Park Service.

      Grand Canyon
    4. Grand Canyon, Arizona

      Il Grand Canyon, in Arizona, è tra i luoghi più conosciuti non solo degli Stati Uniti, ma del mondo. Lungo più di 400 chilometri e profondo fino a un chilometro e mezzo, il Grand Canyon è considerata una delle sette meraviglie naturali e può essere esplorato in molti modi: in elicottero, in canoa e in bicicletta sono i più popolari.

      Un’escursione a piedi nel Grand Canyon è, forse, il modo più autentico di ammirarne i paesaggi e di osservare i cambiamenti di temperatura che il canyon produce al variare della profondità. Ci sono vari siti all’interno del Parco nazionale del Gran Canyon che è possibile esplorare a piedi: tra i percorsi più popolari, il Bright Angel trail, a sud, e il North Kaibab trail, a nord.

      Il biglietto di ingresso per il parco nazionale del Grand Canyon costa $20 ed è valido per sette giorni. Più informazioni sul sito del National Park Service. Ci sono diverse compagnie che organizzano collegamenti autobus per il Grand Canyon da Las Vegas, Phoenix e Los Angeles.

      Glacier National Park
    5. Glacier National Park, Montana

      Il Glacier National Park, nel Montana, a confine con il Canada, ha talmente tanti laghi – più di settecento – che non a tutti è stato dato un nome. Il Monte Cleaveland è la vetta più alta, e il parco include ben ventisei ghiacciai, da cui il nome. Il più grande di questi è il ghiacciaio Harrison. Con più di mille chilometri di sentieri, il Glacier è un paradiso per i visitatori più avventurosi che vogliono esplorare la natura selvaggia e solitaria del parco.

      Tra i percorsi più belli nel Glacier National Park, si consigliano la Going to the sun Road, lo Highline Loop e il Grinner Glacial Trail. L’accesso al parco costa $20 per sette giorni, con una tassa addizionale per l’auto. Un servizio shuttle permette di muoversi facilmente all’interno del parco anche se non si è auto-muniti.

      Arches National Park
    6. Arches National Park, Utah

      L’Arches National Park, nello Utah, deve il suo nome alla presenza di oltre duemila archi di arenaria naturale, oltre a torri di petra e rocce in equilibrio le une sulle altre. Molti sentieri permettono di esplorare questo pittoresco paesaggio di pietra rossa e di osservarne lo spettacolo al tramonto.

      I due sentieri più popolari sono il Devil’s Garden Trail, che costeggia molte delle formazioni rocciose più interessanti del parco, e il Delicate Arch Trail, più corto – si può completare in due ore e mezza, verso l’attrazione principale del parco e probabilmente l’arco di pietra più conosciuto al mondo, il Delicate Arch.

      L’ingresso al parco costa $15, con un supplemento per l’auto. Si può raggiungere in autobus da Green River, Utah, e Grand Junction, Colorado.

      Mount Rainier
    7. Mount Rainier National Park, Washington

      Il vulcano attivo che domina il paesaggio coi suoi oltre quattromila metri d’altezza dà il nome al Mount Rainier National Park, nello stato di Washington. Dalle sue vette innevate nascono cinque fiumi di grandi dimensioni e i suoi pendii sono popolati di fiori selvatici e una fauna variegata.

      I percorsi più popolari per fare escursione nel parco nazionale del Mount Rainier sono il Sunrise Rim Trail e il Burroughs Mountain Trail, fino al punto più alto raggiungibile del parco, da cui si ha una vista mozzafiato sul parco.

      L’ingresso costa $15 a persona. Il parco è facilmente raggiungibile in auto da Seattle e Portland.

      Havasu Falls
    8. Cascate Havasu, Arizona

      Le cascate Havasu fanno parte del sistema di cinque cascate nella riserva indiana degli Havasupai, nella regione del Grand Canyon in Arizona. Le cascate sono raggiungibili con una facile escursione di dieci chilometri, ma ottenere il permesso è più complicato. Non è possibile, infatti, visitare le cascate in giornata: è richiesta la prenotazione presso il campeggio, che può ospitare solo fino a 350 persone al giorno. I permessi sono venduti a partire dal 1 febbraio di ogni anno, e le prenotazioni possono essere effettuate attraverso il sito della Havasupai Tribe. Per un’esperienza ottimale, evitare di visitare le cascate Havasu durante la stagione dei monsoni, da giugno a settembre.

Parchi nazionali negli Stati Uniti: i più visitati

Quelli riportati in questa guida sono alcuni dei più bei parchi nazionali negli Stati Uniti. Ma non sono gli unici, e non necessariamente i più popolari. Lonely Planet riporta, dati alla mano, una classifica dei parchi nazionali più popolari negli Stati Uniti.

Oltre a quelli già citati, compaiono il Great Smoky Mountains National Park, nel North Carolina e Tennessee – il più visitato in assoluto, con quasi 11.5 milioni di visite all’anno, lo Zion National Park, Utah – 4.5 milioni di visite, lo Yellowstone National Park – il più antico, con più di 4 milioni di visite, l’Olympic National Park e il Grand Teton National Park – entrambi con circa 3 milioni di visite annue.

 

Nell’anno 2017, ci sono state oltre 330 milioni di visite agli oltre cinquanta parchi nazionali negli Stati Uniti. Se stai pianificando il tuo prossimo viaggio in America, non puoi perdere l’occasione di visitare e fare escursione uno di questi. Il sito web del National Park Service è ricchissimo di preziose informazioni su quando andare, come arrivare e cosa vedere in tutti i parchi nazionali negli Stati Uniti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *