EsperienzeI miei viaggi nel mondo (2019)

In questa pagina vi parlo dei miei viaggi nel mondo, riportando una lista di tutti i paesi che ho visitato, gli itinerari percorsi e idee per i prossimi viaggi avventura nei diversi continenti. Da quando ho iniziato a viaggiare, a 18 anni, ho visitato circa quaranta paesi diversi. La lista è aggiornata all’estate 2019.

Viaggi nel mondo: la mia esperienza

Parigi (primavera 2012)

Il mio primo viaggio all’estero, e il mio primo viaggio in aereo, è stata una gita scolastica a Parigi. Sarà anche dovuto all’entusiasmo della “prima volta”, che Parigi mi è rimasta nel cuore. Spendere qualche giorno nella capitale francese è un’esperienza culturale interessante e divertente. Vedere lo spettacolo di luci sulla Torre Eiffel, esplorare le opere d’arte conservate nel Louvre e negli altri musei parigini, passeggiare lungo la Senna o i Campi Elisi, fino all’Arco del Trionfo, visitare la Cattedrale di Notre Dame, provare la cucina francese nei suoi ristoranti e bistrot, vivere la vita notturna della capitale francese, rendono un viaggio a Parigi un’esperienza indimenticabile. Non per nulla, Parigi è la città più visitata in Europa.

Inghilterra (settembre 2012)

Il mio secondo viaggio all’estero fu pochi mesi dopo, quello stesso anno. A settembre, infatti, sono partito per una vacanza studio, per imparare l’inglese a Londra. O meglio, in un piccolo college della campagna inglese. Nei fine settimana liberi, abbiamo avuto modo di visitare, insieme agli altri ragazzi che erano lì per studiare l’inglese, buona parte dei siti turistici più importanti dell’Inghilterra meridionale: la capitale Londra, naturalmente, Cambridge e Oxford, Salisbury (dove è conservata una copia della Magna Carta), Brighton e l’antico sito dello Stonehenge.

Volontariato in Brasile (luglio-agosto 2014)

Nel frattempo, ho finito il liceo e mi sono trasferito a Padova, per cominciare l’Università. Alla fine del primo anno di studi, nell’estate 2014, sono partito con alcuni amici per un periodo di visita ad alcuni enti di formazione per ragazzi nella regione nordoccidentale del Brasile. Qui ho visitato Recife e Olanda (nello stato di Pernambuco), Fortaleza (nello stato di Ceara), Joao Pessoa (nello stato di Paraiba), Floresta e Paulo Alfonso (nella “catinga”, la regione arida del Pernambuco), e Salvador (nello stato di Bahia). Un’esperienza non solo di grande scoperta di una parte interessante e poco conosciuta del Brasile, ma anche di crescita personale, in cui abbiamo conosciuto e condiviso momenti di condivisione e dialogo con i ragazzi e i volontari di un’importante realtà sociale, non facile, del Brasile.

Studio in Cina (settembre 2014 – luglio 2015)

Al rientro dal Brasile, neppure il tempo di passare da casa, mi sono imbarcato su un volo per la Cina. Dopo uno scalo a Dubai, negli Emirati arabi uniti, e più di quindici ore di volo, sono arrivato a Guangzhou, nella regione del Guangdong, a sud della Cina – che sarebbe stata la mia casa per un anno. Qui ho studiato alla Guangzhou University, sfruttando dei fine settimana liberi per visitare spesso la vicinissima Hong Kong (raggiungendola anche in traghetto, un’esperienza suggestiva) e Macau. Nei periodi di vacanza più lunghi, Hong Kong è il punto di partenza perfetto per esplorare il Sudest asiatico.

Thailandia, Malesia, Singapore e Filippine (febbraio 2015)

Durante le vacanze del capodanno cinese, nel febbraio 2015, ho intrapreso il mio primo viaggio da solo, zaino in spalla, per il sudest asiatico. In quattro settimane, ho visitato la Thailandia, la Malesia, Singapore e le Filippine. Il mio viaggio è iniziato a Bangkok, la dinamica capitale della Thailandia. Mi sono quindi spostato verso le spiagge della costa meridionale, prima a Krabi (con la famosa Ao Nang beach) e poi sull’isola di Ko Lanta. Da qui, ho oltrepassato in autobus il confine con la Malesia, fino alla capitale Kuala Lumpur. Ho passato un paio di notti nella foresta pluviale del parco nazionale Tama Negara, prima di prendere un autobus per Singapore. Da Singapore ho raggiunto in aereo la caotica e un po’ ostica capitale delle Filippine, Manila. Sono fuggito dalla megalopoli dopo un paio di giorni, per esplorare la più tranquilla regione della Cordillera, nel nord dell’isola. Qui ho percorso sentieri magnifici tra le terrazze di riso di Banaue e Sagada, prima di rientrare a Manila attraverso Baguio. Il mio viaggio nel Sud est asiatico è finito con un volo di ritorno a Hong Kong.

Vietnam e Cambogia (giugno 2015)

Il mio secondo viaggio nel Sudest asiatico è stato in Vietnam e Cambogia, nel giugno del 2015. Da Guangzhou ho raggiunto Nanning, nella regione cinese del Guangxi, con un treno ad alta velocità. Dopo una notte passata a dormire su una panchina nella stazione degli autobus, ho preso di mattina presto l’autobus per Hanoi. Nella capitale vietnamita ho passato diversi giorni, passeggiando per i boulevard alberati, visitando laghi e templi, sorseggiando un buonissimo caffè e facendo amicizia con le persone locali. Ho quindi raggiunto l’isola di Cat Ba, nella baia di Ha Long, per godere di qualche giorno di mare e di kayak. Sulla strada verso il sud mi sono fermato nell’antica città imperiale di Hoi An, nel “resort” in montagna di Da Nang, e nella città costiera di Mui Ne, con le lunghissime spiagge dorate. Il mio viaggio in Vietnam è finito a Ho Chi Minh, l’antica capitale del Sud. Di qua ho preso un autobus per Phnom Penh, la capitale cambogiana, e quindi per Battambang, nell’ovest del paese. Questa piccola cittadina sul fiume è un luogo perfetto per rilassarsi nelle fresche serate estive, e tutt’intorno una campagna ricca di siti religiosi e piccoli villaggi da esplorare in bicicletta. Il viaggio in Cambogia non può che finire a Siem Reap, nella valle dell’Angkor Wat, il complesso religioso più grande al mondo, una vera meraviglia.

Erasmus in Spagna (settembre 2015 – giugno 2016)

Nel settembre 2015 sono partito per un anno di Erasmus a Madrid, la capitale spagnola. La città, bellissima, col suo elegante centro storico, il palazzo reale, e il Parco del Retiro, è una città ideale da vivere e per studiare. Da qui, ho esplorato i dintorni di Madrid: in particolare Toledo, Segovia e Aranjuez.

Europa Centrale (agosto 2016)

Al rientro dalla Spagna, sono ripartito poco dopo per un viaggio zaino in spalla nell’Europa Centrale. Il lungo itinerario di tre settimane partiva da Venezia e attraversava la Germania (Monaco di Baviera, Norimberga, Francoforte e Berlino), la Polonia (Varsavia e Cracovia), la Repubblica Ceca (Praga) e l’Ungheria (Budapest).

Slovenia e Croazia (giugno 2017)

Con l’estate alle porte e lo studio ancora troppo intenso, il lago di Bled, in Slovenia, e le acque cristalline dell’Istria, in Croazia, esattamente a Pula, sono una destinazione ideale per una fuga, non troppo impegnativa, dall’afa cittadina. Dal nord Italia, è facile raggiungere il lago di Bled facendo tappa a Lubiana, interessante capitale della Slovenia. Da Trieste, invece, gli autobus collegano tutte le piccole cittadine della costa istriana della Croazia, e anche oltre.

Balcani (agosto 2017)

Nell’agosto 2017 sono partito per un viaggio nei Balcani di quattro settimane. Il mio obiettivo era di visitare tutti i paesi che compongono questa complessa e nascosta regione dell’Europa. In realtà, il viaggio è partito in Austria, da Vienna, e ha poi attraversato Bratislava, nella Repubblica Slovacca, Timisoara (Romania), Belgrado (Serbia), Sarajevo e Mostar (Bosnia ed Erzegovina), Kotor e Buva (Montenegro), Tirana e Girocastro (Albania), Atene e Salonicco (Grecia), Skopje (Macedonia), Pristina (Kossovo) e Sofia (Bulgaria). Un viaggio in costante movimento, in autobus attraverso tutti i Balcani.

Amburgo e Brema (settembre 2017)

Un fine settimana (allungato) ad Amburgo, città portuale di lunga storia nel nord della Germania, e la vicina Brema. A settembre il clima è mite ma le acque gelide del Mare del Nord entrano fino ad invadere le città.

Fiandre, Belgio (ottobre 2017)

Poco più di una settimana per visitare le quattro città simbolo della regione belga delle Fiandre: Bruxelles, con la sua Grande Piazza, il Palazzo reale e il Parlamento europeo, Ghent, città giovane e nottambula, Bruges, col suo centro storico tradizionale e le cioccolaterie, e Antwerp, città di porto, alla moda, commerciale, ma orgogliosa del suo stile fiammingo.

Israele (novembre 2017)

Uno dei viaggi più interessanti è sicuramente quello in Israele. Due settimane alla scoperta di questa antichissima terra, in autobus. Dalle spiagge festose di Tel Aviv alla sacralità della città vecchia di Gerusalemme, in cui si incontrano i luoghi più venerati dalle tre religioni monoteiste. Da Betlemme e il Mar Morto a Tiberiade e Safad, sul Mare di Galilea. Dalla costa settentrionale, con Haifa, Akko e Rosh Haniqra, al Mar Rosso, Eilat.

Stoccolma, Oslo e Copenhagen (aprile 2018)

Ginevra (maggio 2018)

Tirocinio a Barcellona (giugno 2018 – aprile 2019)

Tirocinio in Etiopia (maggio – agosto 2019)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *