EuropaGuide di viaggioGuida di viaggio in Croazia

La costa punteggiata di isole, spiagge bianche bagnate da acque cristalline, e piccole cittadine fortificate sono senza dubbio l’attrazione principale della Croazia, che nonostante i molti turisti – concentrati per lo più in alcune zone più popolari – conserva un fascino autentico. Nell’interno del paese, le infrastrutture turistiche permettono molte attività all’area aperto, non necessariamente in spiaggia.

La Croazia è il luogo ideale per le vacanze rilassanti da passare in riva al mare, o per il divertimento notturno in una discoteca in spiaggia. Ma, allontanandosi dai luoghi più affollati – come Dubrovnik, è possibile scoprire una natura più selvaggia, spiagge remote e deserte, parchi incontaminati per le escursioni, e piccoli borghi con un patrimonio storico e una tradizione culinaria unici.

Il patrimonio artistico e culturale della Croazia è stato modellato dalle influenze più disparate. Al confine tra l’Europa centrale e i Balcani, il dominio della Croazia è passato attraverso regni, imperi e repubbliche. È possibile trovare resti e segni della dominazione romana, di quelle veneta e napoleonica, dell’influenza slavica e del dominio austriaco, fino al più recente periodo comunista.

Le Alpi Dinariche, che partono dall’Italia e scendono fino all’Albania, abbracciano la costa e nascondono una varietà di picchi, caverne, cascate e laghi dalla bellezza unica. Vale la pena lasciare la costa per dedicarsi a qualche attività avventurosa lungo i numerosi sentieri da percorrere a piedi o in bici, o facendo rafting in qualche torrente. Varrebbe anche solo la pena andare in Croazia per vedere i laghi di Plivitce, un vero spettacolo della natura.

Cosa vedere in Croazia

Tra i luoghi più belli da visitare in Croazia c’è naturalmente una guida alla spiagge più belle della Croazia, ma non solo.

Dubrovnik

Dubrovnik, l’antica Ragusa, è una città fortificata estremamente ben conservata, affacciata sull’Adriatico lungo la costa meridionale della Croazia. Costruita sulle antiche rotte del commercio marittimo, fu un’antica rivale di Venezia, riuscendo incredibilmente a mantenere l’indipendenza sovrana tanto dalla Repubblica veneziana che dall’Impero ottomano, prima di cadere sotto il dominio di Napoleone, per poi passare all’Impero Austro-ungarico.

Oggi, Dubrovnik – che diventò meta turistica di personaggi famosi già dal diciannovesimo secolo – è la capitale del turismo in Croazia. Le sue spiagge, che sono l’attrazione principale, non devono però eclissare l’architettura, le chiese, i monasteri, i musei, le fontane e tutto il patrimonio artistico che si può incontrare per le stradine del centro storico di Dubrovnik.

Le spiagge più caratteristiche di Dubrovnik sono Lapad beach, a nord della città, Banje beach, con una spettacolare vista sulla città vecchia, e l’isola di Lokrum, raggiungibile in traghetto dal porto della città vecchia.

Hvar

Se il fascino di Dubrovnik vi ha stupito, probabilmente il piccolo centro storico di Hvar vi lascerà ancora più meravigliati. Passeggiare nelle sue strade medievali e salire sul Forte spagnolo per una vista sul pittoresco porticciolo, circondato dai tetti rossi della città vecchia, è un’esperienza affascinante.

Si può raggiungere l’isolotto di Pakleni con un taxi di mare. Qui ti aspettano distese di sabbia bianca e acque cristalline. In alternativa, si possono fare escursioni lungo i sentieri tracciati nella parte meridionale dell’isola.

Per raggiungere l’isola di Hvar, si può prendere un traghetto da Spalato, diretto a Jelsa o Stari Grad, e proseguire in autobus. Più difficile trovare un traghetto diretto per Hvar.

Laghi di Plivitce

I laghi di Plivtce in Croazia sono probabilmente uno dei luoghi naturali più belli d’Europa. Il parco nazionale che comprende un sistema di sedici laghi e la foresta che li circonda è un parco nazionale protetto e patrimonio UNESCO dal 1979. C’è poco da dire. La passeggiata attraverso i laghi e le cascate è spettacolare, dura fino a 4 o 5 ore e permette di scoprire la ricca fauna del fragile ecosistema. Ovviamente, è impossibile nuotare, anche se è difficile resistere alla tentazione di tuffarsi nelle acque smeraldo.

Si può arrivare ai laghi di Plivitce in autobus da Zagabria, Zadar e Spalato, chiedendo all’autista di fermarsi ad una delle entrate del parco nazionale. Alcune compagnie offrono gite in giornata ai laghi di Plivitce, ma i costi possono essere alti. È sempre bene presentarsi alla stazione degli autobus presto di mattina.

Spalato

Spalato è il centro economico più sviluppato della costa adriatica orientale. Qui arrivano e da qui partono collegamenti via mare e via aerea per gran parte dei Balcani. Sarà una tappa importante per cominciare o proseguire il viaggio in Croazia e verso i paesi confinanti, o per raggiungere le isole della Croazia. Ma è anche una cittadina in cui vale la pena fermarsi, per visitare un paio di luoghi interessanti, come il Palazzo di Diocleziano, in cui l’imperatore romano si ritirò durante la vecchiaia, e la Chiesa di San Duje, anche questa di epoca romana (ca. 350 DC).

Ci si può rilassare al sole sulla spiaggia di Bacvice e dedicare allo shopping nel grande mercato di Pazar, o partire per un’escursione sulle isole della Dalmazia.

L’aeroporto di Spalato collega la città con molte città italiane ed europee, e può essere usato come scalo verso Belgrado, in Serbia. Un treno collega Spalato con Zagabria, la capitale della Croazia. I collegamenti in autobus sono ancora più diffusi, con corse che collegano Spalato a Trieste, Austria e Germania, o anche Budapest. Verso i Balcani, si può raggiungere in autobus Mostar, Sarajevo, Belgrado. Passando per Dubrovnik, si prosegue verso il Montenegro e l’Albania.

Zadar

Istria

Zagabria

Le spiagge più belle della Croazia

Come visitare Mostar dalla Croazia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *