AsiaGuide di viaggioGuida ai luoghi più belli da vedere in Vietnam

https://www.settecontinenti.com/wp-content/uploads/2019/08/h-ng-nguy-n-vi-t-5pYUt2gEZaA-unsplash-1280x960.jpg

Esotico e affascinante, il Vietnam è un paese di una travolgente bellezza naturale e di un ricco patrimonio culturale, in cui è facile immergersi e dal quale è difficile staccarsi. Il viaggio in Vietnam è fatto di esperienze indimenticabili, paesaggi sublimi, avventure stimolanti e momenti di riflessione. Ecco, allora, cosa vedere in Vietnam in due settimane.

A quarant’anni dalla fine di un conflitto che ha segnato la storia del paese e del mondo, il Vietnam non è solo il risultato di quella guerra: il suo passato imperiale, il periodo coloniale francese, le sue deliziose tradizioni culinarie e i suoi incredibili paesaggi naturali, offrono ai viaggiatori infinite possibilità di scoperta. Alla fine del viaggio in Vietnam è difficile non innamorarsi di questo paese.

 

Cosa vedere in Vietnam?

Ecco cosa vedere in Vietnam, i luoghi più belli da visitare per un’esperienza ricca e indimenticabile.

 

Visitare Hanoi, la capitale

Hanoi è la capitale del Vietnam, con un labirinto di vecchie stradine che brulicano di ristoranti e caffetterie, negozi stravaganti e buoni artigiani. Il cuore di Hanoi si specchia nell’acqua dei suoi laghi, attorno ai quali è possibile passeggiare, fermarsi a cenare, o esplorare templi e pagode. Naive, artistica, è un buon punto di partenza per un itinerario di viaggio in Vietnam.

Baia di Ha Long, Vietnam

Gita alla Baia di Ha Long

Con più di duemila isole e isolotti di roccia calcarea, e le sue acque verdi e brillanti, la Baia di Ha Long è tra i luoghi più frequentati dai turisti in Vietnam. Il paesaggio è stupendo, specialmente se esplorato a bordo di una imbarcazione tradizionale. Ci si può fermare sull’Isola di Cat Ba, per fare kayak o esplorare il parco nazionale e vedere un panorama mozzafiato dalla punta più alta dell’isola, ricoperta di una foresta rigogliosa.

 

Visitare Ho Chi Minh City

All’estremità opposta di Hanoi, Ho Chi Minh City sarà preferita dagli amanti delle grandi metropoli. Molto diversa dalle piccole e antiche città del Vietnam, la vecchia Saigon sarà amata o odiata. Dopo aver esplorato i suoi musei durante la calura del giorno, di sera ci si può dedicare alla scoperta della cucina e della vibrante vita notturna.

Hoi An, Vietnam

Le case gialle di Hoi An

Forse la città più emblematica del Vietnam, Hoi An, antica città di porto, con i suoi ristoranti, mercati, negozi bizzarri e le famose case gialle, è l’ideale per un’immersione nel Vietnam più tradizionale: un tuffo nell’età imperiale. Da non perdere un salto alla spiaggia An Bang, e un tour in bicicletta sulle rive del fiume che attraversa la città.

 

Hue

Poco distante da Hoi An, Hue è stata la capitale del Vietnam per 150 anni, fino agli inizi dello scorso secolo. Più tranquilla, rispetto alle trafficate e caotiche città del Vietnam, permette un viaggio più rilassato, alla scoperta dell’antica cittadella fortificata, dei palazzi reali e degli eleganti templi.

 

Il delta del fiume Mekong

Sul delta del fiume Mekong, nel sud del paese, è possibile esplorare alcuni meravigliosi e coloratissimi mercati galleggianti, di frutta e pesce. Per gli appassionati di fotografia è un’occasione imperdibile di immortalare la quotidianità vietnamita in tutto il suo fascino. Dirigersi, ad esempio, nella piccola città di Bac Ha.

Terrazze di riso a Sapa, Vietnam

Sa Pa e le terrazze di riso

Il nord del paese è il luogo perfetto per un viaggio avventuroso, con la possibilità di fare trekking ed esplorare bellissime montagne incise di terrazze di riso intorno a Sa Pa. Un paradiso per gli amanti della natura incontaminata.

Spiaggia sull’isola di Phu Quoc, Vietnam

Guida alle più belle spiagge in Vietnam

Pur non essendo una destinazione particolarmente rinomata nel Sudest asiatico per il turismo balneare, a fronte delle ben più popolari isole della Thailandia, il Vietnam ha spiagge bellissime ed è una scelta interessante per le vacanze al mare.

Le più belle spiagge da vedere in Vietnam si trovano in tre aree, nello specifico: l’isola di Phu Quoc, le isole Con Dao e Mui Ne.

 

L’isola Phu Quoc

Acque cristalline e spiagge bianchissime, l’isola Phu Quoc, nell’estremo sud del Vietnam, è il luogo ideale per stendersi al sole e godere di una vacanza di relax, sorseggiando cocktail e aspettando il tramonto.

 

Le isole Con Dao

Un arcipelago tropicale, lontanissimo dal caos delle città vietnamite, con spiagge sperdute, fondali marini incontaminati per chi vuole fare immersione, e una natura variegata e rigogliosa. Le isole Con Dao sono un paradiso naturale, per chi vuole rilassarsi e per chi, invece, vuole esplorare.

 

Mui Ne

Mui Ne è, in fin dei conti, un resort turistico, con spiagge certamente meno belle delle isole citate prima, ma col vantaggio di essere facilmente raggiungibile e comoda da visitare. Cosa interessante, si tratta di una vera e propria capitale del kite-surf, con scuole eccellenti per chi vuole imparare o allenarsi.

 

Cosa fare in Vietnam? Attività all’aperto

Il Vietnam offre tante possibilità di attività all’aperto, dall’acqua (kayak, surf, kitesurf, immersione, snorkelling) alla terraferma (trekking, bicicletta). Ci si può organizzare da soli, oppure optare per dei tour operator in Vietnam che offrono attività organizzate a costi molto accessibili, soprattutto per i gruppi.

È importante scegliere la stagione giusta per il tipo di attività all’aperto che si intende fare: è sconsigliato fare trekking nelle zone montagnose nella stagione delle piogge (estate), o fare immersione in inverno, quando le condizioni delle acque non sono ottimali per la visibilità.

Terrazze di riso nella regione più settentrionale del Vietnam

Trekking e parchi nazionali

Nella regione a nord della capitale Hanoi, le migliori destinazioni per fare trekking in Vietnam sono: Sa Pa, con dei paesaggi fantastici e molti villaggi etnici da scoprire, ma molto frequentata dai visitatori; Bac Ha, un po’ più in basso e meno pittoresca di Sa Pa, ma più accessibile; Ha Giang, a un’altitudine più elevata, nell’estremo settentrionale del Vietnam; Moc Chau, che sta guadagnando popolarità più recentemente. Bisogna fare attenzione a non deviare dai sentieri presegnalati. I territori non battuti possono contenere ancora mine inesplose della guerra.

Nel Vietnam centrale, i migliori sentieri per il trekking si trovano nel parco nazionale Phong Na-Ke Bang, con una varietà di cave e grotte da esplorare. Il parco nazionale Cuc Phuong è una valida alternativa. O ancora, il parco nazionale Bach Ma.

Nel Vietnam meridionale, vale la pena esplorare la diversità della fauna nel parco nazionale Yok Don, o incontrare i coccodrilli nel parco nazionale Cat Tien. Si può optare anche per il parco nazionale Bidoup Noi Ba, vicino Dalat.

 

Surf e kitesurf 

Sembrerà strano, ma il Vietnam è una destinazione eccellente per gli sport d’acqua, in particolare surf e kitesurf. È possibile praticarli quasi tutto l’anno, ma in particolare tra Novembre e Aprile, quando i monsoni soffiano da nord. Le migliori spiagge si trovano tra Nha Trang e Mui Ne. Qui è possibile trovare scuole per principianti.

 

Snorkelling

Fare immersione o snorkelling in Vietnam non è come immergersi nelle acque dell’Indonesia o di altri paradisi acquatici ricchi di vita marina. Tuttavia, è possibile avere belle esperienze di immersione nei pressi di Nha Trang, delle isole Cham o sull’isola di Phu Quoc.

Per la migliore esperienza di snorkelling in Vietnam bisogna, però, dirigersi verso le isole Con Dao, dove la vita marina è più abbondante ma anche i prezzi sono più alti.

 

Itinerari consigliati in Vietnam

Con due settimane di tempo a disposizione, esplorare l’intero paese può essere difficile, data la sua grande estensione longitudinale e la diversità dei suoi luoghi. Qui ti propongo tre itinerari di viaggio, per raggiungere i luoghi più belli da vedere in Vietnam, tutti e tre perfetti per le tue prossime vacanze in Vietnam.

 

Vietnam, da nord a sud

Puoi decidere se visitare il Vietnam da nord a sud o invertire l’itinerario di viaggio, e cominciare da sud – anche in base al tuo aeroporto di arrivo.

Comincia da Hanoi ( o da Ho Chi Minh City, se parti da sud), esplorando il suo Quartiere vecchio, l’architettura e i suoi memorabili musei. Prova la cucina tradizionale e lo street food. Esplora i piccoli templi e passeggia lungo le rive dei laghi. Dopo un paio di giorni, spostati verso la Baia di Ha Long, con i suoi bellissimi paesaggi, puntellati di roccia calcarea immersi nelle acque verdissime, da esplorare a bordo di una imbarcazione tradizionale. Puoi anche fermarti sull’isola di Cat Ba.

Comincia, dunque il tuo viaggio verso sud, fermandoti nelle antiche città imperiali di Hue e Hoi An, sulla costa centrale del paese. Regalati qualche giorno di relax sulle spiagge di Mui Ne o della più frenetica Nha Trang, capitale della movida vietnamita, prima di finire in bellezza in Ho Chi Minh City, moderna, internazionale, e caotica.

 

Le montagne del nord

Per un’esplorazione più profonda e avventurosa dei meravigliosi paesaggi montagnosi, ricchi di scenari da togliere il fiato, sentieri di trekking tra montagne rigogliose, e una miriade di piccoli villaggi tradizionali in cui fare esperienza della diversità etnica del paese, puoi decidere di restringere alla parte settentrionale il tuo itinerario di viaggio in Vietnam.

Dopo aver lasciato Hanoi, comincia a visitare, in cerchio, e senso orario, o antiorario, a seconda del gusto personale, la piccola città di Mai Chau, con una minoranza etnica thailandese, per poi cominciare a scalare le Alpi Tonchinesi fino a Son La. Continua verso Dien Bien Phu, lo storico luogo in cui l’esercito francese fu definitivamente sconfitto e la colonizzazione finì.

Quindi Sapa, con le sue viste stupende sulle terrazze di riso e un crogiolo di villaggi etnici (da esplorare a piedi o in bicicletta), e la vicina Bac Ha, con i suoi coloratissimi mercati tradizionali. Si sale verso la punta settentrionale del Vietnam, tra paesaggi incredibili, fino a Dong Van, Meo Vac e Cao Bang, dalla quale sarà possibile visitare e fare kayak nel Parco nazionale di Ba Be. Si può dunque chiudere l’itinerario di viaggio nel Vietnam settentrionale, facendo ritorno ad Hanoi.

 

Il profondo sud

Dopo qualche giorno in Ho Chi Minh City, si può decidere di spostarsi un po’ verso nord, visitando Mui ne e Dalat, in montagna, dove fuggire al caldo del sud vietnamita e dedicarsi al trekking, alla canoa o alla bicicletta, e all’esplorazione del parco nazionale di Cat Tien, oppure scendere direttamente verso il Delta del fiume Mekong.

Ci si può fermare a Ben Tre e Tra Vinh, prima di arrivare a Can Tho, dove ci si può restare qualche giorno, visitando i colorati mercanti galleggianti, il museo cittadino e qualche tempio. Per un’esplorazione del Vietnam rurale si può raggiungere Chau Doc, al confine con la Cambogia. Si chiude in bellezza sull’isola di Phu Quoc, per qualche giornata rilassante di mare e abbronzatura.

 

Informazioni pratiche per visitare il Vietnam

Quando andare in Vietnam? Il clima

Per avere la possibilità di visitare il Vietnam nelle migliori condizioni possibili, si può scegliere di andare in primavera (marzo-maggio), o in autunno (settembre-ottobre). La parte meridionale del Vietnam, con le isole e le spiagge più belle, si può visitare idealmente durante la stagione secca, per evitare l’eccessiva calura e umidità estiva.

Da notare, poi, che il periodo tra luglio e agosto è alta stagione, con prezzi relativamente più alti. Autunno e primavera sono invece considerate bassa stagione, e dal punto di vista climatico sono forse il miglior periodo per visitare il Vietnam.

A causa del clima per lo più tropicale, il Vietnam, come gran parte del Sudest asiatico, attraversa due stagioni: la stagione secca (da novembre ad aprile), più fredda ma asciutta, e la stagione delle piogge (da maggio a ottobre), calda e umida, e con piogge abbondanti.

 

Visto turistico per il Vietnam

Per gli italiani e i cittadini di altre 23 nazionalità, non è più necessario il visto turistico per il Vietnam, per viaggi fino a 15 giorni di durata. Tale visto turistico, però, permette un solo ingresso e il visitatore potrà entrare nuovamente in Vietnam una volta trascorsi trenta giorni.

Il cittadino italiano che volesse entrare più volte in Vietnam nell’arco di un breve periodo, o volesse rimanere più di 15 giorni nel Paese, o, più semplicemente, volesse evitare code all’ingresso, dovrà chiedere un visto turistico per il Vietnam prima della partenza.

Per ottenere il proprio visto turistico per il Vietnam ci si può rivolgere all’Ambasciata vietnamita a Roma o al Consolato vietnamita a Torino. C’è anche la possibilità di ottenere un visto elettronico per il Vietnam.

Si può visitare l’Isola di Phu Quoc senza visto turistico per un totale di 30 giorni, provenendo però da un aeroporto internazionale esterno al paese.

 

 I principali aeroporti in Vietnam

I due principiali aeroporti in Vietnam, che servono voli internazionali, sono l’aeroporto Tan Son Nath di Ho Chi Minh City e l’aeroporto Noi Bai di Hanoi. Entrambi sono collegati alle città dal servizio di trasporto pubblico.

Dall’Italia non ci sono voli diretti per il Vietnam. Ci sono, invece, molti voli con scalo a Bangkok, Dubai, Hong Kong, Singapore e Kuala Lumpur. Le principali compagnie aeree che operano la rotta (o parte della rotta) sono Turkish Airlines, British Airways, Cathay Pacific, Emirates e la Vietnam Airlines.

 

I costi di un viaggio in Vietnam

Il costo principale di un viaggio in Vietnam, partendo dall’Italia, è sicuramente il biglietto aereo. Più conveniente, naturalmente, se si è già nel sudest asiatico, in quanto i voli regionali sono molto più economici. Inoltre, data la sua forma allungata, si spenderà una parte non ininfluente del budget in trasporti. Fortunatamente, una rete efficiente di autobus turistici permette di attraversare comodamente e rapidamente l’intero paese da nord a sud.

Per quanto riguarda l’alloggio: un letto in ostello, o una camera in un hotel più economico, può costare tra i 5 e i 10 euro a notte, per una camera doppia i costi variano tra i 20 e i 50 per hotel di media qualità agli 80-100 euro per un hotel di lusso.

Un piatto locale, di street food o noodle, costa pochi euro. Un pasto in un piccolo ristorante può salire fino agli 8-10 euro. I ristoranti tipici, di cucina tradizionale, servono pasti intorno ai 20 euro.

Un biglietto di un’ora su un autobus locale costa circa 1 euro. Una breve corsa in taxi di dieci minuti intorno ai 4 euro.

Hoi An, Vietnam

Viaggiare da soli in Vietnam, è sicuro?

Il Vietnam, come quasi tutto il Sudest asiatico, è una destinazione sicura anche per viaggiare da soli. Si può esplorare tutto il paese in assoluta tranquillità, senza mai dimenticare di prendere le dovute precauzioni necessarie quando si viaggia in qualunque parte del mondo. Il buon senso è sempre la miglior guida.

Inoltre, è sempre necessario, quando si viaggia fuori dall’Europa, essere coperti da una buona assicurazione di viaggio.

Nelle grandi città del Vietnam, in particolare Hanoi e Ho Chi Minh City, bisogna fare particolare attenzione al traffico, che è davvero caotico. Inoltre, tentativi di piccole truffe, come il sovrapprezzo, sono particolarmente diffusi. Quando si compra qualcosa, fare sempre attenzione al prezzo e al resto. Nelle principali mete turistiche, poi, si può essere importunati da venditori che cercano in ogni modo di venderti il loro prodotto. Declinare gentilmente ma con fermezza.

Tenere presente, in ogni caso, la necessità di “trattare sul prezzo” quando si compra qualcosa: il prezzo proposto dal venditore all’inizio e sempre più alto di quello che è disposto ad accettare dopo una buona negoziazione.

Non ci sono particolari restrizioni all’abbigliamento. Nei luoghi religiosi e amministrativi, però, è bene coprire gambe e spalle.

 

Bonus: viaggio in Vietnam e Cambogia

Per un’esperienza ancora più travolgente, considera la possibilità di un viaggio in Vietnam e Cambogia, due paesi estremamente affascinanti, di un sudest asiatico ancora autentico. Basta aggiungere qualche giorno agli itinerari di viaggio in Vietnam che ho proposto poco sopra.

In particolare, è possibile prendere un autobus da Ho Chi Minh City per raggiungere la capitale della Cambogia, Phnom Penh, e di qui muoversi verso Siem Reap, con le leggendarie rovine del tempio Angkor Wat, una vera e propria meraviglia. Si può anche prendere un aereo per Siem Reap.

Se si dispone di qualche giorno in più, si possono esplorare in bicicletta i dintorni di Battambang, altra piccola città cambogiana, disseminati di templi e piccoli villaggi.

 

Cosa vedere in Vietnam? Acquista una guida di viaggio

Se vuoi scoprire di più sui luoghi più interessanti da vedere in Vietnam, cosa fare, i ristoranti preferiti e gli hotel più convenienti, e avere tutte le informazioni pratiche necessarie sul trasporto pubblico per pianificare il tuo prossimo viaggio in Vietnam, acquista la migliore guida di viaggio.

Acquista la guida di viaggio in Vietnam della Lonelyplanet, in versione digitale o cartacea! Facendo così, guadagnerò, a parità di prezzo, una piccola commissione sulla vendita.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *