Consigli di viaggioOstelli. Cosa sono e come funzionano? Dormire spendendo poco

https://www.settecontinenti.com/wp-content/uploads/2019/01/marcus-loke-WQJvWU_HZFo-unsplash-1280x854.jpg

Cosa sono gli ostelli? Se sei un viaggiatore zaino in spalla, ti sarà certamente capitato di dormire in ostello. Altrimenti, ti farà piacere scoprire che gli ostelli sono la soluzione più conveniente per chi vuole viaggiare low-cost e vivere un’esperienza unica senza spendere una fortuna.

Per chi, come me, viaggia spesso da solo e preferisce viaggi più lunghi ai comfort di una camera d’albergo, l’ostello non è solo un luogo per dormire: è una vera e propria dimensione del viaggio, uno stile. È un luogo per fare nuove amicizie, condividere storie, trovare consigli di viaggio.

In questo articolo, però, per essere pratici, voglio parlarti di cosa sono gli ostelli, di come funzionano, e del perché dovresti scegliere di dormire ostello nel tuo prossimo viaggio. In quest’altra guida, invece, ti parlo di varie tipologie di alloggio e di come trovare un alloggio conveniente in viaggio.

 

Cosa sono gli ostelli?

L’ostello è un posto in cui dormire spendendo poco. A differenza di un albergo, ti dà una opzione in più: puoi prenotare un solo posto letto in una stanza con tanti letti per altri viaggiatori. Dovrai, sì, condividere la camera con persone che non conosci (e che non vedono l’ora di diventare tuoi amici!). Ma il costo del pernottamento, e quindi della spesa del viaggio, si riduce davvero di molto.

Nella maggior parte delle città europee – capitali comprese – una notte in ostello può costare dai 10 ai 15 euro. In gran parte dell’Europa centrale e orientale, e nei Balcani, i prezzi di un ostello possono scendere fino ai 5-10 euro a notte.

Di solito, gli ostelli più grandi offrono anche camere singole a prezzi più bassi della media dei normali alberghi.

A chi conviene dormire in ostello?

Conviene a tutti. Ma esistono alcuni tipi di viaggiatori che preferiscono dormire in ostello perché più conveniente. In una definizione un po’ ampia, i backpackers, ovvero i viaggiatori “zaino in spalla”, come me, di solito viaggiano per periodi lunghi e in molti casi viaggiano da soli. Il costo di una camera privata porterebbe via gran parte del budget e spesso non ne vale la pena.

Durante i miei viaggi sono stato in decine di ostelli. Ho incontrato persone di tutti i tipi, dai giovani studenti col budget più limitato, ad adulti, professionisti, con lo spirito d’avventura, che preferiscono l’atmosfera di un ostello, frequentato da viaggiatori ricchi di esperienze da condividere e desiderosi di conoscersi.

 

Quando conviene dormire in ostello?

Conviene soprattutto nelle grandi città, dove una camera d’albergo è molto cara, e quando viaggiamo per lunghi periodi muovendoci spesso da una città all’altra. Naturalmente, l’ostello è poco indicato per vacanze o viaggi di piacere. Ma se la nostra intenzione è esplorare piuttosto che rilassarci, allora dormire in ostello ci lascia più budget a disposizione per altre avventure.

Ci sono paesi in cui dormire in albergo costa talmente poco che scegliere tra ostello e albergo è quasi lo stesso in termini economici. A questo punto meglio scegliere il comfort e la privacy.

Inoltre, se viaggi insieme ad un’altra persona, dividere i costi di una camera privata può essere una scelta più ragionevole. O, se non puoi rinunsciare alla privacy, ai servizi igienici personali e alla tranquillità di una camera da solo, è decisamente meglio optare per una sistemazione alternativa all’ostello.

ostelli, dormire in ostello

Quali servizi ti offrono gli ostelli?

Gli ostelli offrono tutti i servizi necessari ad un soggiorno confortevole. Il posto letto, con le lenzuola e quanto necessario per coprirsi, i servizi igienici (a volte in camera, a volte al piano), Wifi gratuito. In quasi tutti gli ostelli c’è poi una cassetta di sicurezza personale in cui riporre gli effetti personali (bisogna portare sempre un lucchetto con sé). Alcuni offrono anche la colazione a buffet inclusa nel prezzo.

Ma non finisce qui. Ciò che distingue un buon ostello sono gli spazi comuni: un salotto in cui incontrare e conversare con altri viaggiatori, una cucina in cui prepararsi un pasto, i computer a cui collegarsi per inviare un messaggio a casa, scrivere una mail, comprare un biglietto online o fare qualche ricerca per la prossima tappa del viaggio, e una reception sempre aperta a cui chiedere informazioni, e che megari offre tour guidati. Spesso gli ostelli hanno anche un bar in cui passare la serata in compagnia.

 

Dove prenotare un buon ostello?

Puoi prenotare il tuo posto letto in ostello direttamente su Booking.com, come per gli altri tipi di alloggio. Ma esistono un paio di siti web dedicati proprio agli ostelli: Hostelworld.com e Hostelbookers.com sono i principali.

Per scegliere l’ostello migliore, tieni conto delle recensioni degli altri viaggiatori e prendi in considerazione il voto medio. Altri fattori che possono incidere sulla comodità del soggiorno sono: il numero di letti presenti nella stanza, la presenza di bagno in camera, l’aria condizionata e il riscaldamento, la lontananza dal centro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *