CARRIERAConcorso per 400 collaboratori Ministero degli Esteri 2021

https://www.settecontinenti.com/wp-content/uploads/2021/03/Palazzo_della_Farnesina-1280x640.jpg

Hai sempre sognato una carriera internazionale e di lavorare per il Ministero degli Esteri italiano, magari in un’ambasciata all’estero? Allora il bando di concorso pubblico per 400 posti di collaboratore al Ministero degli Esteri (Maeci) fa al caso tuo. Il concorso è stato indetto attraverso pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 26 febbraio 2021. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sul concorso per 400 collaboratori al Ministero degli Esteri, quali sono i requisiti e come presentare domanda.

Posti a concorso

È stato dunque indetto un concorso pubblico, per esami, per quattrocento unità di personale a tempo indeterminato, seconda area F2, presso le sedi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Maeci) così suddivisi:

– Codice 01 – 375 posti di collaboratore di amministrazione, contabile e consolare;
– Codice 02 – 25 posti di collaboratore tecnico per i servizi di informatica, telecomunicazioni e cifra.

La compilazione e l’invio online della domanda di ammissione dovrà essere completata entro la seguente scadenza: ore 24 del giorno 12 aprile 2021.

Il candidato nel possesso dei requisiti può presentare domanda per ciascuno dei due profili professionali oggetto del concorso.

 

Requisiti per l’ammissione al concorso

Per l’ammissione al concorso per 400 posti di collaboratore al Ministero degli Esteri 2021 è richiesto il possesso dei seguenti requisti, elencati all’Articolo 2 del bando di concorso:

a) cittadinanza italiana;
b) età non inferiore ai 18 anni (non vi è limite superiore di età);
c) essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado o di un titolo di studio
straniero equipollente o equivalente;
d) idoneità psico-fisica;
e) godimento dei diritti politici.

Consultare il bando ufficiale per conoscere nel dettaglio tutti i questi requisiti.

Il concorso è dunque rivolto anche ai diplomati, e non è necessario il possesso della laurea. Sarà però necessario conoscere la lingua inglese e una seconda lingua straniera (ad esempio, francese, spagnolo, tedesco, etc.).

 

Prove del concorso e programmi di esame

Gli Articoli dal 6 al 10 del bando ufficiale stabiliscono le prove del concorso per 400 collaboratori al Ministero degli Esteri 2021. Il concorso è costituito da: una (eventuale) prova preselettiva; due prove scritte; una prova orale. C’è anche la possibilità di sostenere una prova facoltativa in lingua straniera.

Vediamo insieme in cosa consistono le prove del concorso e quali sono i programmi di esame.

 

Prova preselettiva

La prova preselettiva del concorso è comune ai due profili professionali cercati. Essa consta di 60 quesiti a risposta
multipla e a correzione automatizzata da rispondere in 60 minuti. La prova preselettiva verte su questi argomenti:

a) della conoscenza degli elementi di diritto pubblico con particolare riferimento al rapporto di
pubblico impiego;
b) della buona conoscenza ed uso della lingua italiana;
c) della buona conoscenza ed uso della lingua inglese;
d) della conoscenza base degli strumenti di office automation;
e) della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale.

Superano la prova preselettiva i primi 1875 candidati per il profilo professionale 01 e i primi 200 candidati per il profilo professionale 02, purché soddisfino i requisiti di ammissione al concorso.

 

Prove scritte

Anche le prove scritte (due per ogni profilo) consistono in quesiti a risposta multipla, con correzione automatizzata, e vertono sui seguenti argomenti:

Codice 01 – Profilo professionale di collaboratore di amministrazione, contabile e consolare
a) la prima prova consiste in quesiti a risposta multipla volti a verificare le conoscenze teoricopratiche del candidato nelle materie che seguono:
– elementi di diritto pubblico con particolare riferimento al rapporto di pubblico impiego;
– elementi di diritto consolare;
– elementi di contabilità di Stato;
b) la seconda prova consiste in quesiti a risposta multipla volti a verificare la buona conoscenza
e l’uso della lingua inglese da parte del candidato.

Codice 02 – Profilo professionale di collaboratore tecnico per i servizi di informatica,
telecomunicazioni e cifra:
a) la prima prova consiste in quesiti a risposta multipla volti a verificare le conoscenze teoricopratiche del candidato in materia di informatica, telecomunicazioni e cifra;
b) la seconda prova consiste in quesiti a risposta multipla volti a verificare la buona conoscenza e
l’uso della lingua inglese da parte del candidato.

Superano le prove scritte e sono ammessi alle prove orali i candidati che abbiano riportato un punteggio di almeno 60/100 in ciascuna prova scritta.

 

Prova orale

La prova orale verte sulle materie delle prove scritte, elencate in precedenza, a cui si aggiungono le seguenti.

Codice 01 – Profilo professionale di collaboratore di amministrazione, contabile e consolare
a) ordinamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale;
b) elementi di geografia;
c) altra lingua straniera veicolare da scegliersi tra francese, spagnolo, tedesco, arabo, russo,
portoghese, cinese e giapponese di cui al precedente articolo 3, comma 2, lettera l;
d) prova pratica di informatica per accertare la conoscenza e la capacità di uso dei principali
programmi di scrittura, calcolo, comunicazione, presentazione.

Codice 02 – Profilo professionale di collaboratore tecnico per i servizi di informatica,
telecomunicazioni e cifra
a) ordinamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale;
b) elementi di geografia;
c) elementi di diritto pubblico con particolare riferimento al rapporto di pubblico impiego;
d) elementi di contabilità di Stato;
e) altra lingua straniera veicolare da scegliersi tra francese, spagnolo, tedesco, arabo, russo,
portoghese, cinese e giapponese di cui al precedente articolo 3, comma 2, lettera l;
f) prova pratica di informatica per accertare la conoscenza e la capacità di uso dei principali
programmi di scrittura, calcolo, comunicazione, presentazione.

Per superare la prova orale è necessario ottenere un punteggio di almeno 60/100. La prova orale può avere luogo anche tramite videoconferenza.

Consulta il programma di esame ufficiale nel dettaglio.

 

Prova facoltativa in lingua straniera

Al momento della domanda di ammissione al concorso, i candidati possono chiedere di sostenere una prova facoltativa in una lingua a a scelta tra francese, spagnolo, tedesco, arabo, russo, portoghese, cinese e giapponese, ad esclusione della lingua prescelta per la prova orale. Il candidato può ottenere un’aggiunta al punteggio fino a 1,5 centesimi, a condizione che si raggiunga la sufficienza di 0,8 centesimi, e che si superi la prova orale.

 

Scadenza e presentazione della domanda di ammissione

Puoi presentare domanda di ammissione al concorso per 400 collaboratori al Ministero degli Esteri fino alle ore 24 del 12 aprile 2021. La domanda di ammissione può essere inviata solo per via telematica, accedendo al Portale dedicato, fornendo le informazioni elencate all’Articolo 3 del bando ufficiale. Si noti che tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza per la presentazione delle domande.

Prima di inoltrare la domanda, leggi attentamente il bando ufficiale del concorso.

 

Più informazioni sul concorso per 400 collaboratori al Ministero degli Esteri 2021

Per maggiori informazioni sul concorso pubblico per 400 posti di collaboratore al Ministero degli Esteri 2021, consulta la pagina dedicata ai concorsi del sito web del Maeci. In particolare puoi trovare il bando ufficiale, il programma di esame e i link per inviare la domanda di ammissione online. Consulta anche le risposte alle domande frequenti.

 

Related Posts